ELBAVIDEO youtube






La Fauna

La fauna terrestre è meno appariscente di quella marina, ma non meno interessante. Tra le numerose specie di invertebrati vi è la chiocciola, la cavalletta e il lombrico. Nessun anfibio è presente a Pianosa. Abbiamo 5 tipi di rettili quali il tarantolino, il geco verrucoso, la lucertola campestre e quella muraiola. L’unico serpente a Pianosa è il biacco. Di uccelli invece ne abbiamo circa una trentina. Qui nidificano il gabbiano corso ed il falco pellegrino, il gheppio e la poiana, l’upupa e il gruccione, laberta maggiore e il marangone dal ciuffo, il corvo imperiale e l’averla piccola, ma si possono osservare anche l’aquila minore, il falco della regina, la ghiandaia marina, oltre alla numerosa popolazione di pernici rosse, compagne di cammino per l’escursionista.
I mammiferi presenti a Pianosa sono: il pipistrello albolimbato, il ratto nero, il topolino delle case, e la lepre. Fino a poco tempo fa si annoverava anche la martora. Una delle grandi perdite una volta presente su pianosa e sulle altre isole è la foca monaca il cui ultimo esemplare fu avvistato sull’isola negli anni 40, dove in passato era molto comune.
Ma il fascino dell’antica Planasia è ancor più grande sotto le onde. Grotte sottomarine e veri canyon subacquei, anfore e ancore antiche, corallo rosso e aragoste, grosse cernie e branchi di dentici e la prateria della posidonia (tra le più estese del Mediterraneo), polmone verde dell’Arcipelago toscano, sono alcuni dei gioielli dell’isola.